./Italia

Quando la musica diventa tragedia

Grave incidente al Palazzetto dello Sport di Trieste costato la vita a uno degli operai che montavano il palco per il concerto di Jovanotti. Un giovane diciannovenne, Francesco Pinna, è deceduto a causa del crollo del palcoscenico. Oltre a lui si sono contati otto feriti di cui, fortunatamente, nessuno in pericolo di vita. Una tragedia vera e propria che ha sconvolto il mondo della musica.  Gli operai stavano montando il palco alto 15 metri con l’impianto luci e gli amplificatori quando improvvisamente è avvenuto il crollo. L’impalcatura si è come accartocciata su se stessa e ha investito le persone, una cinquantina circa, che stavano lavorando. ”Il mio dolore è rivolto a Francesco Pinna, studente lavoratore, la cui vita si è fermata oggi nell’incidente che ha travolto la mia squadra”. Così Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha commentato in un tweet l’incidente, rivolgendo un pensiero al ragazzo. Una morte certamente terribile e tragica ma non inconsueta. Da come risulta da numerosi studi del Censis gli incidenti sul posto di lavoro sono, soprattutto in Italia, sempre più frequenti. I morti sul lavoro in Italia, infatti, sono quasi il doppio delle morti così dette violente.

Eleonora Marcuccini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...