./Mondo

Lacrime di paura o di vera disperazione? Muore il dittatore koreano…

Bandiere a mezz’asta, negozi chiusi, frotte di gente piangente e lutto nazionale con  divieto di canti e danze per almeno dieci giorni: ecco ciò che è seguito all’annuncio della morte del dittatore Kim Jong II, al governo della Corea del Nord dal 1994. Il “caro leader”, come amava essere chiamato dal suo popolo, dopo diciassette anni di dura, forse durissima, dittatura comunista, si è spento il 19 dicembre scorso per un infarto. Secondo l’autopsia ufficiale a provocare questo arresto cardiaco sarebbe stato, “il super lavoro per la causa del popolo”. Di fronte ad una tale affermazione e soprattutto di fronte alle immagini, trasmesse dalla televisione di stato, di migliaia di persone in lacrime in occasione della cerimonia funebre, è inevitabile riflettere sull’ipocrisia e sulla falsità di tutto ciò. Viene spontaneo credere che comportamenti come questi siano provocati dalla violenza e dalla minaccia delle armi, ma questa sarebbe soltanto una semplificazione, un tagliar corto di fronte ai complicati meccanismi che scattano all’interno di una dittatura totalizzante come quella coreana. Il dato da analizzare veramente con attenzione è più profondo, più sottile rispetto al solito e facile ricorso alla spiegazione della minaccia e della violenza e per questo ancor più spaventoso e preoccupante. Se infatti quei pianti e quelle urla di disperazione, etichettati come falsi e ipocriti, fossero invece sinceri e autentici, si aprirebbe uno scenario ancora più terribile, quello cioè del lavaggio del cervello. Dopo diciassette anni di dittatura in cui è impossibile qualsiasi accesso ad internet, in cui non esiste televisione se non quella di stato, si può escludere l’ipotesi di una vera e sincera adesione del popolo al regime dittatoriale e di una autentica affezione al suo leader?

 

Fatima El Matouni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...