./Italia

I dati sull’abbandono

Numeri da far spavento. Sono 5.516.449 cani di proprietà presenti sul suolo italiano,  660.517 i cani randagi presenti sul suolo italiano, 95.648 il numero di ingressi di cani nei canili sanitari italiani. Questi sono i drammatici dati riportati dal “Corriere della Sera” aventi come fonte il Ministero della Salute grazie all’indagine
svoltasi nel 2004 e nel 2011. La situazione italiana riguardante l’abbandono dei cani è davvero sconvolgente, infatti da fenomeno estivo è passato ad essere un fenomeno costante che attanaglia la
nostra nazione. L’abbandono degli animali ha tre principali conseguenze: incidenti stradali, passaggio ad uno stato di randagismo e conversione dell’animale alla vita selvatica. L’animale lasciato solo non è abituato a procacciarsi il cibo e spesso muore di fame o di sete: nel  2004 è stato constatato che l’85% dei cani muore entro i 20 giorni dall’abbandono. Negli ultimi tempi l’abbandono canino è diventato sempre più diffuso a causa della crisi economica, infatti l’Associazione Italiana Difesa Animale ed Ambiente (Aidaa) comunica che “secondo i dati raccolti i cani portati in canile o abbandonati da persone che non si dichiarano più in grado di mantenerli, nel periodo ottobre 2011/gennaio 2012, sono stati 202, 58 in più rispetto ai 144 dello stesso periodo dell’anno precedente”. Di questi 202 cani ritirati, 42 appartenevano a coppie divorziate, altra causa importante di abbandono. Un altro fenomeno scioccante è il business del
randagismo: giro d’affari che nel 2001 ha quasi sfiorato i 500 miliardi di lire. La prima legge che tutela gli animali viene emanata il 20 luglio 2004. Legge n.189 in cui il primo comma dell’art. 727 del codice penale recita: “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.” In Italia ci sono associazioni che si prodigano nella lotta contro il maltrattamento e a favore della salvaguardia degli animali, fra le più conosciute abbiamo: Oltre la Specie Onlus, OIPA Italia Onlus e la sopracitata AIDAA, che promuovono spesso campagne informative con lo scopo di sensibilizzare. Ricordiamo a tutti i nostri lettori che chi volesse prendere un cane ce ne sono di bellissimi in tutti i canili sparsi sul nostro territorio, salviamoli! 

Elena Giorgi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...