./Italia

Il “no” di Monti alle olimpiadi: una occasione perduta?

“Il no” di Monti alle olimpiadi: una occasione sprecata?
Il presidente del Consiglio Mario Monti ha detto no alla candidatura di Roma per le Olimpiadi 2020. Il pressing per il sì è stato fortissimo, ma le perplessità del premier sono rimaste fermamente legate alla situazione finanziaria del paese. Troppo elevati i costi per realizzare il sogno olimpico. Si riteneva fossero necessari 9,8 miliardi, di cui 4,7 finanziati con fondi pubblici. In base alla relazione di compatibilità di Marco Fortis, i Giochi avrebbero creato 170mila posti di lavoro nell’arco di 14 anni e una crescita del Pil dell’1,4 per cento. «Almeno in parte – così ha parlato il presidente del Consiglio italiano su Sky – il progetto delle Olimpiadi di Atene nel 2004 ha contribuito al dissesto finanziario della Grecia. E questa è una delle considerazioni che ci hanno guidato a essere prudenti». Napolitano ha sostenuto però che «non mancheranno» altre iniziative per valorizzare lo sport italiano. La decisione di Monti è stata subito approvata dal capo della Lega Umberto Bossi. Nel Pdl non tutti, invece sono d’accordo. C’è chi ritiene questo no, un’occasione sprecata, tra cui Angelino Alfano e soprattutto alcuni che non vogliono far passare l’idea che Roma sia una città senza speranza e senza fiducia nel futuro.
Eleonora Marcuccini

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...