./Italia

Giornalisti precari: “Generazione 3 euro a pezzo”

La proposta di una legge per tutelare i cronisti precari, firmata dal parlamentare Udc Enzo Carra, ha già avuto il via libera dalla commissione della Camera e ora si aspetta solo l’ok del premier Mario Monti. Il testo prevede l’istituzione di una commissione che subordini il finanziamento pubblico al mondo dell’informazione ad una valutazione del rispetto di linee retributive minime e dignitose per tutti i collaboratori. Ad oggi, sono migliaia i precari, autonomi e freelance, giovani e non, con esperienze professionali o meno, molto più numerosi dei giornalisti regolarmente assunti, che contribuiscono con il proprio lavoro per oltre il 50 % alla realizzazione di quotidiani, periodici, anche telematici, agenzie di stampa, radio e tv, sostenendo spesso autonomamente le spese per scrivere il pezzo, dalle telefonate ai trasporti. Nonostante ciò, sono privi di tutele, minacciati e sottopagati: si parla di uno o due euro per un articolo completo, di cinque o venti centesimi a riga tanto per intenderci. Si possono citare, per fare degli esempi, il Messaggero che sotto le 800 battute non paga, Il Mattino che paga 21 euro ma dopo 20 articoli non paga più, sebbene abbia ricevuto fondi piuttosto ingenti e il compenso per i collaboratori del Sole24Ore che si ferma a 5-9 centesimi a riga. L’Ordine dei Giornalisti ha denunciato tale sfruttamento già nel 2010, tenendo in considerazione le numerose segnalazioni di giornalisti che si sono visti ridotti a lavoratori a cottimo che, per guadagnare mille euro al mese, sono costretti a “lavorare ben 40 giorni”, abusati dai ricatti di chi possiede il monopolio dell’informazione. A questa situazione va posto assolutamente un rimedio e la proposta arrivata al Monti pare andare in questa direzione.

Sofia Fabrizi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...