Cronaca/Italia

Omicidio Scazzi: ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano

Oggi, 20 aprile 2013, Sarah Scazzi ha finalmente ottenuto giustizia. Infatti si è chiuso in questa data il processo che vedeva protagoniste Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia materna della vittima. La sentenza è stata letta da Cesarina Trunfio, presidente della Corte, che a causa di applausi e grida ha più volte dovuto richiamare il silenzio in aula. La madre di Sarah Scazzi, Concetta Serrano, si è detta soddisfatta del risultato del processo, infatti afferma: “E’ giusto che Sarah riceva giustizia. Speravo in questo, chi uccide merita questa pena”. La Corte di Assise di Taranto ha emesso le seguenti condanne:

–          Sabrina Misseri: ergastolo con isolamento diurno di 6 mesi per concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e omicidio volontario;

–          Cosima Serrano: ergastolo con isolamento diurno di 6 mesi per concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e omicidio volontario;

–          Michele Misseri: 8 anni di carcere per concorso in soppressione di cadavere e per furto aggravato del telefonino della vittima;

–          Carmine Misseri (fratello di Michele Misseri): 8 anni per concorso in soppressione di cadavere;

–          Cosimo Cosma (nipote di Michele Misseri): 8 anni per concorso in soppressione di cadavere;

–          Vito Russo (ex difensore di Sabrina Misseri): 2 anni di carcere per intralcio alla giustizia, pena sospesa;

–          Antonio Colazzo: anno per favoreggiamento del fioraio Giovanni Buccolieri, pena sospesa;

–          Cosima Prudenzano: 1 anno favoreggiamento del fioraio Giovanni Buccolieri, pena sospesa;

–          Giuseppe Nigro: 1 e 4 mesi per favoreggiamento del fioraio Giovanni Buccolieri, pena sospesa.

La Corte di Assise di Taranto ha inoltre stabilito il risarcimento dei danni alla famiglia Scazzi e al Comune di Avetrana. Provvisoriamente è stato deciso che Michele Misseri, Cosima Serrano e Sabrina Misseri dovranno rifondere 50.000 euro ciascuno ai genitori di Sarah e 30.000 euro al fratello di Sarah, Claudio Scazzi.

Elena Giorgi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...